Digita cosa stai cercando

proroga detrazione fiscale 2016

Nuove detrazioni IRPEF introdotte dalla Legge di Stabilità 2016.

proroga detrazione fiscale 2016
Con la Legge di Stabilità 2014 sono stati prorogati gli incentivi fiscali fino al 31.12.2016 per ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, abbattimento barriere architettoniche.

Il rimborso Statale può coprire il 50% della spesa per l’acquisto di un montascale (o servoscale) a piattaforma o a poltroncina e piattaforme elevatrici.

I nostri prodotti  beneficiano delle AGEVOLAZIONI FISCALI per  gli interventi finalizzati all”abbattimento delle barriere architettoniche.

Con il D.L. 22 giugno 2012, n. 83 – c.d. “Decreto Sviluppo” – le spese sostenute dal 26 giugno 2012, data di entrata in vigore, al 31 Dicembre 2016 per lavori di ristrutturazione edilizia sono agevolate con una detrazione fiscale IRPEF del 50%, fino a un tetto di spesa di 96 mila euro.

Il bonus fiscale spetta per gli interventi realizzati nelle case di abitazione e nelle parti comuni di edifici residenziali situati nel territorio dello Stato.

Tra gli interventi ammessi alla detrazione sono compresi anche gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche (Lg 449/97 art. 1 comma 1), purché presentino le caratteristiche tecniche previste dalla legge di settore o comunque in quanto configurabili come interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria (D.P.R. 380/2001 art. 3 comma 1).

Per il calcolo dell’agevolazione non è rilevante la data di inizio o di fine lavori ma la data in cui è stata affrontata la spesa, ossia la data in cui è stato eseguito il pagamento tramite Bonifico Bancario.

Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari degli immobili ma anche tutti coloro che sono titolari di diritti reali sugli immobili oggetto degli interventi e, trattandosi di una detrazione dall’IRPEF, sono ammessi a fruire della detrazione tutti coloro che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno nel territorio dello Stato.

L”importo massimo di spesa (96.000 euro), per cui è possibile fruire dell”agevolazione IRPEF, va riferito alla singola unità immobiliare e non ad ogni persona fisica che abbia sostenuto le spese, di conseguenza tale ammontare va suddiviso fra tutti i soggetti aventi diritto alla detrazione.

Il beneficio derivante dall’agevolazione è ripartito in dieci anni. I contribuenti di età non inferiore a 75 e 80 anni possono ripartire la detrazione rispettivamente in cinque o tre rate annuali di pari importo

Va precisato, inoltre, che si tratta effettivamente di una detrazione dall’imposta e non di un rimborso. Ciascun contribuente ha perciò diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell”imposta dovuta per l”anno in questione.